Progetto Erasmus Ka2

Progetto Erasmus + Ka2

Resoconto dell’esperienza vissuta dai ragazzi e docenti dell’Istituto Comprensivo “Pietrocola – Mazzini” di Minervino Murge presso l’isola della Rèunion

Il progetto “Un potager et une cuisine à partager pour effacer la distance et la différence” (Programma Erasmus+ Call 2017 – KA2 Partenariati strategici per lo Scambio di buone pratiche – Settore istruzione scolastica) ha visto 25 alunni impegnati in un’esperienza di mobilità all’estero, parte di un percorso formativo che si sta sviluppando durante tutto l’anno scolastico.

Di seguito il racconto di quanto avvenuto durante la permanenza degli alunni e docenti nel territorio dell’isola francese:

“Al ritorno in Italia è giunto il momento di tracciare un bilancio dell’esperienza vissuta nella lontana isola della Réunion.

La breve esperienza appena terminata ha coinvolto e segnato profondamente docenti e alunni e vorremmo fare tutti flash-back per rivivere quelle emozioni.

Crediamo sia dovuto anzitutto alle persone meravigliose che abbiamo conosciuto durante questa avventura, con le quali abbiamo instaurato e coltivato un legame di affetto sincero; momenti di gioia e condivisione sono prevalsi sui momenti di ansia. Non dimenticheremo facilmente lo stupore e l’entusiasmo dei nostri ragazzi, la loro spontaneità, l’allegria travolgente nei momenti di iperattività. Abbiamo imparato e apprezzato usanze e abitudini diverse dalle nostre e contemporaneamente abbiamo trasmesso le nostre tradizioni, i nostri usi e costumi attraverso la cucina e la preparazione di reciproci piatti tipici che abbiamo degustato durante una serata italo-creola in un momento di grande convivialità.

L’eterogeneità di caratteri si è affievolita a contatto con la gente del posto. In tal modo e senza accorgercene abbiamo superato la paura dell’ignoto e del diverso da noi: obiettivo principale del nostro progetto. Giorno dopo giorno, ragazzi creoli e italiani nei vari atelier organizzati hanno imparato il rispetto reciproco e la condivisione delle culture. Inoltre noi italiani abbiamo apprezzato l’artigianalità nell’utilizzo e nella trasformazione dei prodotti locali. I ragazzi lavorando la noce di cocco hanno imparato a ricavarne olio, crema, latte, biscotti: tutto senza trattamenti con conservanti o additivi. Il rapporto uomo-natura, altro obiettivo del nostro progetto, si è rafforzato a contatto con l’autentica cultura creola. Abbiamo esplorato, visitato territori e luoghi suggestivi ampliando il nostro bagaglio di conoscenze che ci ha permesso di crescere culturalmente e interiormente permettendoci molti spunti di riflessione al nostro rientro.

Questo importante risultato raggiunto dall’Istituto Comprensivo “Pietrocola-Mazzini” di Minervino Murge è stato possibile anche grazie al coinvolgimento delle aziende locali, che donandoci i loro prodotti hanno contribuito alla buona riuscita del progetto che prevedeva l’utilizzo dei nostri prodotti nella realizzazione di piatti italo-creoli.”