Progetto Erasmus + KA2

Progetto Erasmus + Ka2

“Un potager et une cuisine à partager pour effacer la distance et la différence’’

Giunge al termine la nostra esperienza

Ed eccoci qui, a guardare impotenti i nostri nuovi amici salire sul treno che li porterà via da noi. Ci salutiamo abbracciandoci: siamo commossi!   

Cantiamo canzoni francesi e italiane che ci hanno uniti durante tutta l’avventura.

Sappiamo che queste lacrime sono il frutto di tanti momenti indimenticabili trascorsi insieme, che ci hanno insegnato a valorizzare la diversità, sia culturale che personale, ma soprattutto a dare importanza alle piccole cose di ogni giorno che, vissute intensamente, hanno acquistato significato.

Quest’altra fase del ‘’progetto’’ – anche se chiamarlo “progetto’’ è sminuire tutto

ciò che abbiamo condiviso e instaurato con le persone che oggi possiamo considerare parte della nostra famiglia – è cominciata qui, in questa stessa stazione, esattamente una settimana fa!

Eravamo molto emozionati all’ idea di rivederli.

Non ci sembrava vero che su quel treno in arrivo ci fossero quei meravigliosi ragazzi, pronti a trascorrere dei giorni nella nostra amata terra per scoprirne usi e costumi.

Subito dopo averli accolti, ci sembrava di averli lasciati il giorno prima.

Nulla era cambiato da quando “cinque mesi prima” eravamo in un pullman, sotto il sole cocente dell’esotica isola, a scherzare e cantare le stesse canzoni che ormai rispecchiano il nostro e il loro vissuto.

Durante questi sei giorni abbiamo trascorso momenti indimenticabili, tra ateliers in cui abbiamo fatto conoscere le nostre tipicità culinarie: pizza, pasta, orecchiette, bruschette, di cui siamo orgogliosi.

Inoltre, insieme a loro, abbiamo esplorato il nostro territorio ricco di ambienti naturali, castelli e cittadine tipiche e molto apprezzate della nostra regione.

Nonostante le difficoltà legate alla lingua e alle diversità, abbiamo stabilito un legame così profondo che alla fine di questa esperienza ci sentiamo cresciuti come persone, tanto da poter affermare che il nostro modo di confrontarci con le problematiche del mondo è cambiato profondamente.

Difficilmente dimenticheremo questa esperienza che ormai fa parte di noi e porteremo sempre nei nostri cuori.

 I ragazzi del progetto Erasmus