Orto Didattico

Inaugurato l’orto didattico nell’I.C. “Pietrocola – Mazzini”

A seguito dell’avventura che ha visto 25 nostri alunni impegnati in un’esperienza di mobilità sull’isola della Réunion nell’ambito del Progetto Erasmus+ KA2 “Un portager et une cuisine à partager pour effacer la distance et la différence”, adesso é la volta dell’ Italia!

I ragazzi dell’I.C. non perdono un attimo! Armati di volontà, forza ed attrezzi si sono impegnati in questi giorni a ripulire da carte ed erbacce lo spazio verde, antistante la scuola secondaria di primo grado “G. Mazzini”, avvalendosi anche dell’aiuto prezioso degli allievi diversamente abili.

E’ proprio qui che lunedì 5 febbraio 2018, alle ore 10:00 alla presenza della sindaca prof.ssa Mancini, sono stati interrati semi di cicerchie, piselli, fagioli, fave.

Un orto a scuola sì, perchè coltivare un orto è coltivare prima di tutto dei saperi. Saperi che hanno a che fare con i gesti, con un apprendimento esperienziale che le generazioni più giovani non sempre hanno modo di sperimentare. Coltivare a scuola é un modo per imparare a conoscere il proprio territorio, il funzionamento di una comunità, l’importanza dei beni collettivi ma anche dei saperi altrui, di altre generazioni e di altre culture. Nella scuola l’orto permette di “imparare facendo, di sviluppare la manualità e il rapporto reale e pratico con gli elementi naturali e ambientali, di sviluppare il concetto del ” prendersi cura di “, di imparare ad aspettare, di cogliere il concetto di diversità, di lavorare in gruppo e di cooperare…cooperare per includere.

Gli alunni della Réunion, diversamente abili, hanno trasferito ai nostri allievi, durante il soggiorno nell’isola a fine novembre, le competenze necessarie per creare e coltivare un orto.

Alla fine del mese di Aprile e inizio Maggio, quando la nostra scuola ospiterà i ragazzi francesi, l’orto sarà pronto per dare i suoi frutti e per interrare semi provenienti dalla Réunion, in particolare spezie.

Il progetto che potenzia competenze sociali e civiche sta offrendo ai giovani partecipanti un’esperienza significativa nell’ottica dello sviluppo sostenibile e duraturo.

Si ringraziano l’Amministrazione Comunale per la collaborazione, il sig. Carlone Michele, nonno di un alunno coinvolto nel progetto per l’aiuto e la consulenza nella preparazione del terreno e tutti gli alunni e i professori che hanno partecipato al lavoro.