Eventi

Il silenzio non è oro, violenza di genere

Ieri 11 ottobre 2017, nell’Aula Magna della Scuola Secondaria di Primo Grado G. Mazzini di Minervino Murge si è svolto il primo dei quattro incontri del percorso formativo” Il silenzio non è oro, violenza di genere- Riconoscere per contrastare e prevenire”. La proposta progettuale è stata presentata dal Centro Antiviolenza “Giulia e Rossella” ed era rivolta ai docenti dell’Ambito di Canosa di Puglia, Minervino e Spinazzola. L’incontro è stato l’occasione per confrontarsi sulla definizione di violenza di genere; sulla normativa specifica; sul rapporto tra vittima e persecutore; sulle rappresentazioni del maschile e del femminile nella comunicazione; sugli stereotipi di genere.

La scuola è diventata così, il luogo ideale per fornire modelli alternativi, proprio perché, qui a differenza della famiglia e del contesto sociale allargato, le relazioni sono importanti, ma meno coinvolgenti e libere da condizionamenti.

La lunga coda di violenze e soprusi nei confronti delle donne, di cui quotidianamente veniamo a conoscenza, lancia necessariamente messaggi di allarme su quelle che sono le relazioni tra generi e impone di riconsiderare il modello educativo in alcune sue parti.

L’incontro a cui hanno preso parte   i sindaci di Minervino Maria Laura Mancini, di Spinazzola Michele Patruno, di Canosa Roberto Morra, ha permesso di far emergere idee e opinioni nei partecipanti oltre che stimolare la comunicazione e il confronto di opinioni.